Regolamento e Termini di iscrizione - Asilo Casa dei Bimbi Torino
asiilo torino, asilo casa dei bimbi, asilo sant'anna, scuola dell'infanzia paritaria torino
1301
page-template-default,page,page-id-1301,theme-bridge,qode-quick-links-1.0,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,columns-4,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Regolamento d’Istituto

Scuola dell’infanzia paritaria “Casa dei bimbi”

 

Termini di iscrizione e versamento quote

Anno Scolastico 2020-2021

 


  • Articolo 1

Orario di funzionamento: 08,30 – 09,00/ 15,50 – 16,00

Servizi prescolastici 07,30 – 08,30

Servizi di doposcuola 16,00 – 17,30

La puntualità nel rispettare l’orario d’ingresso il mattino (ore 08,30/ entro le ore 09,00) è un bene per il bambino stesso, perché dalle ore 09,00 alle ore 09,30 sono programmate attività importanti per favorire un sereno avvio delle attività quali: l’appello, circle time- la comunicazione del loro vissuto, lo spuntino, l’impostazione del lavoro del giorno e la suddivisione in fasce di età per i laboratori.

Il rispetto dell’orario consente di curare meglio l’accoglienza e rispettare i loro piccoli rituali.

Nel lasciarli alle loro maestre sulla soglia delle classi, non sostare troppo impedendo l’accesso ad altri, ma limitarsi a brevi comunicazioni, rimandando a momenti di colloquio personale l’affronto di situazioni particolari.

All’uscita riprendere i bambini direttamente dalle maestre, nelle rispettive classi. Se a ritirare il bambino/a non sono i genitori, ma una famigliare o altra persona da essi delegata, presentare carta d’identità e compilare l’apposito modulo di delega. Non si consegneranno mai bambini a persone prive di delega scritta o a noi sconosciute (anche se conosciute dai bambini). Non è prevista la consegna dei bambini ai minorenni.

Aspettare sulla soglia attendendo che la maestra chiami ogni bambino e lo consegni ai suoi famigliari a chi da loro delegato.

  • Articolo 2

Vigilanza sugli alunni

Durante la permanenza a scuola i bambini sono sotto la responsabilità degli insegnanti e del personale scolastico.

Alla presenza del genitore è implicita la sua piena responsabilità nei confronti del proprio figlio.

I genitori, o chi per essi, sono tenuti a sorvegliare i bambini durante i momenti di ingresso e uscita e si impegnano a controllare che non si verifichino comportamenti pericolosi per gli altri e per i loro stessi figli intervenendo responsabilmente anche nel caso di danni provocati da esso stesso e/o dai figli a carico di persone, materiale didattico, arredi, assumendo il risarcimento dei danni qualora fosse necessario.

La direzione della scuola è tenuta a informare immediatamente la famiglia del bambino in caso di malattia durante le ore di frequenza.

Le famiglie, in caso di malattie esantematiche o infettive, sono tenute ad informare tempestivamente la scuola.

Il rientro dovrà avvenire a piena guarigione del bambino, tenendo in considerazione che verrà inserito in un contesto in cui sono presenti altri bambini.

Per quanto riguarda la somministrazione dei farmaci a scuola, si fa riferimento alle “Raccomandazioni del 2005” emanate congiuntamente dal Ministro dell’Istruzione e della Salute, che contengono le linee guida per la definizione degli interventi finalizzati all’assistenza di studenti che necessitano di somministrazione di farmaci in orario scolastico, al fine di tutelarne il diritto allo studio, la salute ed il benessere all’interno della struttura scolastica”.

Art.4 – Modalità di intervento – La somministrazione di farmaci in orario scolastico deve essere formalmente richiesta dai genitori degli alunni o dagli esercitanti la potestà genitoriale, a fronte della presentazione di una certificazione medica attestante lo stato di malattia dell’alunno con la prescrizione specifica dei farmaci da assumere (conservazione, modalità e tempi di somministrazione, posologia). I dirigenti scolastici, a seguito della richiesta scritta di somministrazione di farmaci: – effettuano una verifica delle strutture scolastiche, mediante l’individuazione del luogo fisico idoneo per la conservazione e la somministrazione dei farmaci; – concedono, ove richiesta, l’autorizzazione all’accesso ai locali scolastici durante l’orario scolastico ai genitori degli alunni, o a loro delegati, per la somministrazione dei farmaci”.

  • Articolo 3

Organi Collegiali

Gli Organi Collegiali sono costituiti, per forma di trasparenza, dal Coordinatore Didattico, dai docenti e dai rappresentanti dei genitori, eletti durante l’Assemblea dei genitori.

Il Regolamento di Istituto ed il bilancio sono conservati presso la segreteria Amministrativa della scuola e sono a disposizione dei genitori per presa visione.

la Scuola si avvale dei seguenti organi collegiali:

a) Consiglio di scuola o di intersezione;

b) Collegio docenti;

c) Assemblea di Scuola e di Sezione.

Il Consiglio di scuola o di intersezione é composto da:

a) il legale rappresentante della scuola o un suo delegato;

b) la coordinatrice didattica;

c) il personale docente delle singole sezioni;

d) un rappresentante per sezione dei genitori degli alunni frequentanti la scuola, eletto dai genitori della sezione stessa;

Il Collegio docenti:

a) elabora il PTOF da sottoporre alla approvazione del Legale Rappresentante

b) procede alla formazione delle sezioni;

c) concorda le attività didattiche e gli obiettivi per la realizzazione del Piano di lavoro, elaborato prima dell’avvio delle attività didattiche.

Si riunisce almeno una volta al mese per:

a) confrontare strumenti, metodi e risultati del lavoro con il Progetto educativo e il PTOF;

b) studiare momenti e modalità di collaborazione tra le insegnanti della Scuola e di altre scuole presenti nel territorio;

c) approfondire e aggiornare la propria preparazione professionale con scambi di esperienze, studio personale e partecipazione a corsi e convegni;

d) eleggere i propri rappresentanti negli organi di partecipazione esterni alla scuola.

L’Assemblea di Scuola è costituita da tutti i genitori e dal personale della Scuola, dagli amministratori e dagli eventuali esperti appositamente invitati.

L’Assemblea è convocata dal legale rappresentante o da un suo delegato, su richiesta della coordinatrice didattica, dei genitori (almeno 3/5 della totalità) o dei rappresentanti di sezione, con preavviso di almeno cinque giorni e pubblicizzazione dell’ordine del giorno.

La coordinatrice didattica, d’intesa con il legale rappresentante, può convocare i genitori in assemblea straordinaria, con preavviso di due giorni, quando qualche problema specifico ed urgente lo richieda.

L’Assemblea di Scuola è chiamata a confrontarsi sui criteri educativi scelti e sui mezzi più idonei per realizzarli, oltre a proporre l’organizzazione di incontri di carattere culturale, pedagogico, educativo e ricreativo.

L’Assemblea di sezione è costituita dai genitori e dalle insegnanti della sezione.

E’ convocata dalle insegnanti della sezione, d’intesa con la coordinatrice didattica o su richiesta dei genitori (almeno 3/5 della totalità) o dei genitori eletti nel Consiglio di scuola o di intersezione, per la presentazione delle attività redatte nel piano di lavoro annuale e per favorire il coinvolgimento delle famiglie.

Si riunisce almeno tre volte l’anno: all’inizio dell’anno scolastico per la presentazione delle attività redatte nel piano di lavoro annuale, a metà dell’anno per favorire il coinvolgimento delle famiglie e verso la fine dell’anno scolastico per la verifica dell’attività svolta. In particolare individua interventi finalizzati a realizzare la continuità educativa tra scuola e famiglia

  • Articolo 4

Condizioni economiche

La retta annuale è determinata ogni anno scolastico dalla convenzione fra il Comune di Torino e la Fism.

Per cui ogni anno potrebbe verificarsi un adeguamento della retta mensile.

La quota annuale comprende:

  • contributo annuo rateizzato in n. 10 rate mensili che includono: attività didattiche, pasti e riscaldamento da versare indipendentemente dalla frequenza.

  • la retta deve essere saldata entro il 10 di ogni mese preferibilmente tramite bonifico bancario o diversamente in contanti in segreteria. Il mancato pagamento, entro due mesi successivi, non accompagnato da giustificati motivi presentati presso l’Ufficio Amministrativo, comporterà l’esclusione del bambino dalla scuola fino all’avvenuta regolarizzazione del pagamento.

L’eventuale ritiro definitivo dalla scuola deve essere comunicato all’Ufficio Amministrativo per iscritto entro il mese precedente, se si vuole evitare di pagare il mese in corso.

  • La famiglia con due bambini frequentanti avrà diritto a uno sconto sulla retta, pari al 19%;

  • quota d’iscrizione e assicurazione annuale per l’anno scolastico in corso;

La quota annuale non comprende:

  • quote per il pre e doposcuola ;

  • quote attività facoltative scolastiche. La partecipazione alle suddette attività prevede:

  • l’iscrizione da comunicare in segreteria entro e non oltre la data stabilita;

  • il pagamento della quota per l’intero corso, che non sarà rimborsata in nessun caso;

  • quota per la partecipazione ad eventuali uscite didattiche e spettacoli/eventi;

  • affitto brandina per la nanna;

  • Articolo 5

Visite e gite didattiche

  • L’intera gestione delle visite guidate e delle gite d’istruzione rientra nella completa autonomia decisionale e nella responsabilità degli Organi Collegiali della Scuola. Pertanto ne determinano autonomamente la destinazione e la durata, nonché il periodo temporale più opportuno, sicuro e agevole al fine di una piena fruizione.

  • Le iniziative in argomento possono essere ricondotte a tipologie in linea col Progetto Educativo e del PTOF della scuola dell’infanzia e coerenti con gli obiettivi didattici e formativi di ciascun segmento scolastico, volte alla promozione personale e culturale degli alunni e alla loro piena integrazione scolastica e sociale.

  • Le uscite didattiche e le gita sono a carico delle famiglie che verranno avvisate con le ordinarie comunicazioni affisse in bacheca e pubblicate sul sito.

  • Articolo 6

Feste di compleanno

Le feste di compleanno possono essere festeggiate a scuola con i compagni.

I generi alimentari saranno forniti dalle famiglie e dovranno essere preferibilmente confezionati con etichetta indicante gli ingredienti, come previsto dalle norme HACCP

  • Articolo 7

Corredino personale e materiale didattico

Gli indumenti e gli effetti personali devono essere tutti contrassegnati con nome e cognome.

Chiediamo ai genitori di portare a inizio anno:

  • T-shirt e felpa della scuola che dovranno essere indossati ogni giorno;

  • Ciabattine con chiusura a strappo, che permettono una buona tenuta anche per lo svolgimento delle attività motorie;

  • Una pettorina plastificata per le attività di pittura;

  • Un sacchetto da portare a casa il venerdì per lavare l’asciugamano con asola, il bavaglino con l’elastico e il bicchiere di plastica usati durante la settimana;

  • Un sacchetto con un cambio ( mutandine, pantaloncini, calze, canottiera ), da aggiornare nel caso in cui si fosse usato qualche indumento e da sostituire nei cambi di stagione;

  • Un bicchiere di plastica;

  • Due foto tessera;

  • Una cartellina da scuola con l’elastico laterale;

  • Un quadernone ad anelli;

  • Un pacco di buste trasparenti da inserire nel quadernone;

  • Una confezione di salviettine;

  • Una risma di carta bianca o colorata da concordare con l’insegnante

Per la nanna

  • Un sacchetto per inserire il cuscino e la coperta;

  • Un cuscinetto con la fodera;

  • Una coperta in pile a misura di brandina, da sostituire con un lenzuolino nelle stagioni più calde;

  • Per i bambini che usano ancora il ciuccio è possibile tenerne uno in dormitorio, munito della sua custodia.

ANCHE NEL CORREDINO PER LA NANNA DEV’ESSERE PRESENTE IL NOME E IL COGNOME DEL BAMBINO A CUI APPARTIENE.

Per la merenda ( solo doposcuola )

Un sacchetto per mettere la merenda con nome e cognome del bambino; una tovaglietta di stoffa.

Per una questione di sicurezza non è consentito lasciare negli armadietti ALIMENTI, né tanto meno MEDICINALI o altri prodotti che potrebbero essere nocivi alla salute dei bambini se utilizzati in modo inappropriato.

E’ consentito portare esclusivamente un peluche/oggetto transizionale per la nanna.

Giochi di diverso genere non devono essere lasciati negli armadietti.

  • Articolo 8

Mensa scolastica

Il menù è stato visionato e vidimato dall’ASl ed esposto all’ingresso.

Le intolleranze alimentari e le allergie, devono essere segnalate e documentate con certificazione medica. In tal caso verrà fornito un menu alternativo.

Call Now Button